Mangiare sano è un disturbo mentale?

Mangiare sano è un disturbo mentale? Alle volte è il messaggio che certe industrie alimentari e psichiatriche cercano di far passare. Ad esempio tempo fa Mike Adams di the Health Ranger accusò il quotidiano The Guardian di aver scritto : «La fissazione del mangiare sano potrebbe essere sintomo di un disordine psicologico» chiamando ortoressia nervosa, questo “sintomo”. Il quotidiano stesso descrisse questi ortoressici come persone con regole troppe ferree sul cibo, spesso rifiutando alimenti normali come zucchero, sale, grano, glutine, lievito, poichè poco sano e probabilmente trattato con sostanze chimiche artificiali e quindi nocive. Il motivo è chiaro: si cerca di far rivalutare il cosiddetto “cibo spazzatura” o da fast food.

Ma allora chi ha ragione? Chi decide cosa è normalità oppure stranezza?

E’ chiaro che vi possano essere interessi da parte di mass media e inserzionisti di cibo trattato dietro al tentativo di emarginare i consumatori più attenti alla propria salute e di cibi sani. Scrisse sempre Mike Adams che “Mangiare cibo spazzatura abbassa il livello intellettivo rendendo le persone che vivono di cibo spazzatura docili e senza abilità di pensare con la propria testa…le persone che mangiano cibi sano cominciano a mettere in discussione la realtà che li circonda e diventano più “consapevoli”.

In una società bmangiare sano mi rende strano?asata sul consumo, per fare in modo che la gente continui ad acquistare beni, è necessario favorire l’assuefazione e reprimere le funzioni cerebrali superiori, anche tramite il cibo spazzatura,così come la televisione, la paura, il calcio, il sesso, eccetera eccetera.

In ogni caso, vivere nell’omologazione è oramai la prassi nella società odierna. Pensare con la propria testa viene spesso visto come una stranezza o comunque qualcosa di anormale e lontano dalla morale comune che preferisce ciò che quotidianamente gli viene appropinquato dai mass media. Mangiare cibo spazzatura può essere visto come anestetizzarsi e rimanere bloccati in una realtà nella quale la finzione e le esperienze di vita vanno di pari passo. Mangiare cibo sano può essere visto invece come una “piccola rivoluzione” mentale, capace di rendere una persona maggiormente consapevole della propria esistenza e dell’ambiente che lo circonda.

Valuta questo post
Nopsychit

Add your Biographical Info and they will appear here.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *