Abbonamenti in palestra: perché le persone abbandonano la palestra

In Italia la maggior parte delle persone decide, almeno una volta nella vita, di iscriversi in palestra.

Il numero di frequentatori di centri fitness e di abbonamenti in palestra è drasticamente aumentato negli ultimi 20 anni per via di una sempre maggiore consapevolezza dei benefici che l’attività fisica ha sul trattamento di problemi come il sovrappeso, il mal di schiena, la cellulite ma forse, complice anche l’avvento dei social network, anche per un crescente bisogno di apparire o mostrarsi attraverso l’aspetto fisico.

Succede spesso però che, motivati da buoni propositi e dalla voglia di rimettersi in forma, si sottoscriva un abbonamento annuale e si inizi a frequentare assiduamente la palestra per poi cedere all’incostanza e all’abbandono dell’attività fisica ad abbonamento in corso.

Vi siete mai chiesti perché molte persone si iscrivono in palestra e, ad un certo punto, smettono di andarci? Perché è così diffuso questo fenomeno?

I motivi principali sono legati principalmente alla sfera psicologica: purtroppo non basta iscriversi in palestra con buoni propositi ma occorre acquisire la mentalità sportiva e la disciplina necessarie a perseguire un obiettivo a lungo termine.

L’incapacità nel “saper educare” ad allenarsi correttamente e a trasmettere la mentalità sportiva è il forte limite delle palestre e il motivo per cui il tasso annuale di abbandono degli abbonati è così elevato.

La causa principale di questo fenomeno è la scarsa attenzione al nuovo iscritto da parte degli operatori del centro fitness, troppo impegnati a gestire un numero sempre più alto di iscritti.

Con l’avvento delle multinazionali e delle catene di centri fitness, infatti, si è puntato a creare grandi fitness club in grado di accogliere fino a 6000-7000 iscritti, in strutture enormi e fornite di decine di servizi accessori.

In questo contesto il ruolo dell’istruttore di sala pesi è passato da quello di tecnico preposto alla preparazione dei programmi di allenamento per un numero contenuto di abbonati a quello di mero gestore/controllore di una sala pesi affollatissima.

Chi desidera essere seguito in maniera adeguata e ricevere un programma di allenamento personalizzato e strutturato decide di rivolgersi al Personal Trainer. L’allenatore personale è, di solito, un libero professionista che svolge la sua attività privata all’interno del centro fitness. A differenza dell’istruttore di sala pesi è più qualificato e svolge il suo lavoro privatamente solo per chi ne fa richiesta.

Affidarsi ad un personal trainer qualificato può essere la soluzione adatta per tutte quelle persone che non riescono ad allenarsi correttamente o essere costanti negli allenamenti.

L’allenatore privato infatti non deve solo essere in grado di personalizzare l’allenamento ed insegnare la corretta tecnica degli esercizi, ma soprattutto deve trasmettere al proprio allievo la mentalità sportiva e la disciplina necessarie per proseguire l’attività fisica anche al termine del suo lavoro.

Valuta questo post
David

Add your Biographical Info and they will appear here.