Bipolarismo: cause, sintomi e trattamento

Il disturbo bipolare , noto anche in alcune parti del mondo con il nome “depressione maniacale”, è un disturbo mentale caratterizzato da oscillazioni dell’umore gravi e significative. Una persona con questa condizione sperimenta alternativamente “alti” (che i medici chiamano ” mania “) e “bassi” (noti anche come depressione).

Sia i periodi maniacali che quelli depressivi possono essere brevi, durare da poche ore a pochi giorni. Oppure i cicli possono essere molto più lunghi, fino a diverse settimane o addirittura mesi. I periodi di mania e depressione variano da persona a persona – molte persone possono solo sperimentare periodi molto brevi di questi stati d’animo intensi e potrebbero anche non essere consapevoli di avere il disturbo.

Sintomi 

Per il disturbo bipolare da diagnosticare, una persona deve aver sperimentato almeno un episodio maniacale e un episodio depressivo durante la loro vita.

Un episodio maniacale (disturbo bipolare di tipo I) è caratterizzato da estrema felicità, estrema irritabilità, iperattività, scarso bisogno di sonno . Le persone che vivono un episodio maniacale si sentono come se potessero fare qualsiasi cosa, fare piani per cercare di fare tutte quelle cose e ritenere che nulla possa fermarle. Per essere diagnosticato bipolare, questo episodio deve durare almeno una settimana e rappresenta un cambiamento evidente dal comportamento abituale di una persona.

Un episodio ipomaniacale (disturbo bipolare II) è caratterizzato dagli stessi sintomi di un episodio maniacale, ad eccezione dei sintomi che devono essere presenti solo per almeno quattro giorni.

Un episodio depressivo è caratterizzato da estrema tristezza, mancanza di energia o interesse per le cose, incapacità di godere di attività normalmente piacevoli e sentimenti di impotenza e disperazione. In media, qualcuno con questa condizione può avere fino a tre anni di umore normale tra episodi di mania o depressione.

Cause e diagnosi

Come con la maggior parte dei disturbi mentali, i ricercatori non sono ancora certi di ciò che causa questa condizione. Non esiste un singolo fattore di rischio, un gene o un’altra predisposizione che metta una persona ad aumentato rischio di disturbo bipolare. È probabile che una combinazione di fattori aumenti il ​​rischio. Secondo la ricerca, questi fattori possono includere una diversa struttura cerebrale e modalità di funzionamento, un insieme di fattori genetici e una storia familiare .

Il disturbo bipolare, come la maggior parte dei disturbi mentali, è meglio diagnosticato da un professionista della salute mentale ome uno psicologo, uno psichiatra o un assistente sociale clinico. Mentre un medico di famiglia o un medico generico può offrire una diagnosi preliminare, solo uno specialista della salute mentale offre l’esperienza e le competenze necessarie per diagnosticare questa condizione in modo affidabile.

Trattamento del disturbo bipolare

La causa esatta del disturbo bipolare non è ancora nota – ma può ancora essere trattata efficacemente. La ricerca è in corso sulla ricerca dei trattamenti più efficaci.

Come la maggior parte dei disturbi mentali, oggi questa condizione viene trattata con psicoterapia associata a farmaci psichiatrici (la maggior parte delle persone beneficia più rapidamente del trattamento combinato dei due). Il trattamento per questo disturbo è generalmente efficace e aiuta la maggior parte delle persone a mantenere uno stato d’animo equilibrato durante la giornata, quasi tutti i giorni del mese. Potrebbero essere necessari da uno a due mesi prima che una persona inizi a percepire l’impatto completo e benefico del loro trattamento.

Le strategie di auto-aiuto per questa condizione variano nella loro efficacia, a seconda della persona e della gravità della malattia. Alcune persone trovano utile entrare a far parte di un gruppo di supporto, leggere libri che spiegano strategie efficaci di auto-aiuto, o tenere un diario.

Una delle maggiori sfide del trattamento del disturbo bipolare è trovare e mantenere una routine di trattamento che funziona meglio per una persona a lungo termine. La maggior parte delle persone con questa condizione traggono beneficio dai farmaci per gran parte della loro vita. I farmaci comunemente prescritti per questo disturbo includono uno stabilizzatore dell’umore (come il litio), mentre alcuni trattamenti possono anche comportare l’uso di farmaci aggiuntivi (come un antipsicotico atipico o, in alcuni casi, un antidepressivo).

Bipolarismo: cause, sintomi e trattamento
5 (100%) 1 vote[s]
Redazione Web

Add your Biographical Info and they will appear here.