Attenzione al colpo di calore in città

La stagione calda sembra finalmente essere arrivata. Questo favorisce le gite fuori porta e i viaggi, lunghi o brevi. Ma se si viaggia con bambini o con anziani si deve fare molta attenzione al classico colpo di calore. Le giornate, infatti, iniziano a essere molto calde, il cielo coperto poi non garantisce fresco, al contrario, con l’umidità, la temperatura percepita è ancora più elevata. Si devono adottare tutte le misure necessarie atte a evitare l’insorgere di questo problema, soprattutto quando si gira tra i monumenti in città come Roma. Un giro in centro, infatti, può essere davvero rischioso con le alte temperature.

Colpo di calore, cos’è e i sintomi

Il colpo di calore insorge quando il nostro corpo non riesce, mediante la sudorazione, a regolare la sua temperatura. Ci sono diversi fattori di rischio quali l’eta: sotto i 4 anni e sopra i 65, ma anche l’obesità, patologie dell’apparato cardiocircolatorio, disturbi psichiatrici, disidratazione, alcol. Anche l’assunzione di alcuni farmaci aumenta il rischio di incappare in questo disturbo che può diventare davvero pericoloso, come per esempio molti farmaci diuretici.

I sintomi del colpo di calore sono diversi, dall’impallidimento alla spossatezza, crampi muscolari, nausea, vomito, mal di testa, svenimento, vertigini. Anche in presenza di pelle umida e fresca si possono ravvisare battito cardiaco accelerato e respirazione iperventilata.

Quali sono le condizioni in cui si verifica un colpo di calore

Le giornate molto calde non sono ideali per certe categorie di persone per visitare delle città come turisti. In particolar modo, secondo la guardia medica roma, sono soprattutto gli anziani e i bambini più piccoli a soffrire di questo disturbo. Infatti, l’ipertermia, viene a verificarsi quando il corpo non è in grado di regolare la propria temperatura, quindi questa aumenta e non si raffredda mediante la sudorazione, negli anziani capita molto di frequente. In meno di 10 minuti la temperatura corporea può salire fino a 41° e può portare a disabilità e anche morte.

Cosa si può fare per evitare esiti gravi

anziani caldoLa prima cosa da fare al presentarsi dei sintomi del colpo di calore è quella di portare la persona colpita subito all’ombra e si allertano i soccorsi. Durante l’attesa di questi si rimuovono i vestiti in modo da far raffreddare il corpo. Se possibile si immerge la vittima nell’acqua, magari se c’è una fontana nei pressi, ma attenzione che l’acqua non sia eccessivamente fredda o la cosa potrebbe essere controproducente.

Se possibile fare una doccia alla persona colpita dal colpo di calore, ma se si è in giro per strada si può anche bagnare copiosamente con delle bottiglie d’acqua, oppure si possono effettuare delle spugnature con acqua fredda, monitorando la temperatura con un termometro.

Cosa fare per evitare il colpo di calore

Il colpo di calore si può evitare con delle semplici precauzioni. Non si deve camminare al sole, cercare sempre di passare il più possibile all’ombra, in special modo nelle ore più calde. Quando si visitano monumenti nelle grandi città, al caldo, è bene sempre portarsi dietro abbondante acqua e un cappellino da tenere indosso. L’abbagliamento deve essere senza dubbio fresco, ma soprattutto traspirante, in modo da favorire la sudorazione.

Attenzione al colpo di calore in città
Valuta questo post
Silvia

Add your Biographical Info and they will appear here.