Dove si nascondono le zanzare?

La vita della zanzara comincia in acqua

Il giardino è un’area verde che va meticolosamente tenuta con cura attraverso una periodica manutenzione e un’approfondita pulizia, specialmente quando comincia la bella stagione.

Tuttavia, non sempre queste operazioni garantiscono l’allontanamento delle zanzare perché la prima fase della vita di questi fastidiosi insetti comincia proprio da quell’ambiente.

La femmina di zanzara depone le uova nell’acqua stagnante come può essere quella che si deposita nei sottovasi o nelle piccole pozzanghere che si formano con il getto di una fontanella.

Le larve appena nate, trascorrono i primi 10 giorni di vita in acqua nutrendosi degli elementi organici presenti nell’acqua stagnante e respirando l’ossigeno in superficie.

Quando le larve passano allo stato di pupe, rimangono ancora qualche giorno nel loro bozzolo per poi uscire dall’acqua e vivere all’aperto.

Le caditoie, i sottoscala, le pozze d’acqua piovana e tutti i ristagni d’acqua vanno opportunamente eliminati perché qualsiasi ambiente può risultare idoneo al proliferarsi delle zanzare.

Nonostante molti proprietari osservino scrupolosamente queste norme, non è raro che le zanzare riescano ad invadere il giardino.

Dove si nascondono le zanzare

Gli insetti che disturbano la nostra permanenza in giardino non sopportano di stare nel mezzo dell’irraggiamento solare e si rifugiano nelle zone d’ombra, in particolare sotto il fogliame.

Compiono questo percorso con voli brevi e bassi, cercando di evitare le zone troppo soleggiate e raggiungono le foglie, dove trovano un ricovero sicuro.

Negli anni passati, sono stati utilizzati degli insetticida che non hanno fatto altro che provocare una forte resistenza negli insetti che hanno continuato imperterriti il loro operato, provocando fastidio a chi desiderava solo godere della frescura e del relax del loro manto erboso.

Un altro svantaggio dei tradizionali insetticidi è quello di lasciare sulla vegetazione e sugli oggetti presenti in giardino, minuscole particelle tossiche elevatamente dannose per l’incolumità di esseri umani ed animali domestici.

Attraverso studi mirati, i ricercatori sono giunti alla conclusione che ci fosse bisogno di un prodotto altamente biologico per preservare la salute dell’uomo e la vegetazione circostante.

Hanno ideato un sistema ecologico che non colpisce direttamente gli anfratti dove zanzare e pappataci si vanno a rifugiare, ma crea una barriera perimetrale che impedisce agli insetti di varcare la soglia.

Un sistema innovativo che sta spopolando

Ognuno di noi vorrebbe la meritata pace dalle zanzare senza provocare danni a se stesso, alla propria famiglia, agli animali di casa e alla vegetazione circostante.

La migliore soluzione è la nebulizzazione con un impianto provvisto di ugelli che erogano una fitta nebbiolina di soluzione al piretro, innocua e capace di proteggere un’area di oltre 100 mq.

Nebulizzando soltanto due minuti al giorno, si consuma in circa 4 mesi, appena un litro di piretro naturale.

I principi attivi della soluzione sono altamente sgraditi sia alle zanzare che e ad ogni altro tipo di insetto, tanto da impedire ad essi di varcare il giardino.

Per ricevere informazioni più dettagliate su questo sistema all’avanguardia, basta collegarsi al sito izanz dove sono indicate soluzioni diversificate a seconda delle caratteristiche dell’area da trattare.

Dove si nascondono le zanzare?
Valuta questo post
lucaesperto

Add your Biographical Info and they will appear here.