Rimedi naturali per smettere di fumare

Smettere di fumare è molto difficile, in quanto il fumo crea una vera e propria dipendenza, dovuta alla nicotina presente nel tabacco che, entrando in circolo, provoca una sensazione gratificante e piacevole, in quanto interagisce con i recettori presenti nel cervello. Le strategie da mettere in atto per smettere di fumare non funzionano per tutti nello stesso modo; per questo motivo, ciascuno sceglie le tecniche che gli riescono più congeniali.

La sindrome da astinenza

La sindrome da astinenza dal fumo si manifesta con particolare intensità al mattino, per ripresentarsi in diversi momenti della giornata: bevendo un caffè, durante una pausa dal lavoro, dopo i pasti, in compagnia di altre persone. Durante il riposo notturno, i livelli di nicotina nell’organismo si abbassano e si attivano dei cambiamenti, di tipo fisico e metabolico, per cui, appena svegli, si sente una maggiore necessità di fumare; se questa necessità non viene assecondata, si sviluppano irritabilità, ansia, agitazione, irrequietezza, insonnia, a cui si aggiungeranno, durante la giornata, difficoltà di concentrazione e aumento dell’appetito. Un valido aiuto per chi vuole smettere di fumare, viene fornito da una serie di rimedi naturali, utilizzando erbe e piante, oppure alimenti che alleviano i sintomi dovuti alla sindrome da astinenza. Prima di ricorrere a questi rimedi, nonostante siano naturali, sarebbe bene consultare il proprio medico, come precauzione nell’eventualità di controindicazioni e per evitare il rischio di interazioni con eventuali terapie farmacologiche in corso.

L’aiuto fornito da bevande con ingredienti naturali

Il ginseng, con cui si consiglia di sostituire il caffè, può aiutare a diminuire l’esigenza di fumare, nel periodo iniziale in cui ci si astiene dal fumo; viene estratto da una pianta officinale e, sull’organismo, ha la proprietà di aiutare a ridurre la produzione di dopamina, il neurotrasmettitore che, quando viene stimolato dalla nicotina, consente di provare la sensazione di appagamento.

Lo zenzero è un valido aiuto contro la crisi di astinenza del mattino: ne attenua i sintomi principali e calma anche la nausea, in quelle persone che ne soffrono. D’inverno, con lo zenzero si può preparare una tisana; d’estate, una bevanda alcalinizzante e dissetante, magari da portare anche con sé in una borraccia termica: durante la giornata, consentirà sia di sentire un minore desiderio di fumare sia di espellere le tossine che l’organismo ha accumulato fumando. Per aumentane l’effetto, è possibile aggiungere alla bevanda del succo di limone.

La valeriana, nota da sempre per le sue proprietà come calmante naturale, può aiutare il rilassamento nei momenti di nervosismo e malumore dovuti all’astinenza dal fumo, specialmente di sera, prima di andare a letto, per addormentarsi più facilmente e riposare meglio. Per godere dell’effetto sedativo di questa pianta, che rilassa anche in caso di tensione muscolare, si suggerisce di preparare una tisana un paio di volte a settimana, non di più, da sostituire, negli altri giorni in cui se ne dovesse sentire la necessità, con infusi di altre piante come passiflora e melissa.

La lobelia è una pianta officinale che rappresenta un ottimo rimedio, per smettere di fumare, in quanto contiene sostanze molto simili alla nicotina ma, al contrario della nicotina, agisce positivamente, aiutando a migliorare il respiro; tuttavia, l’uso della lobelia può comportare delle controindicazioni in persone che soffrono di alcune malattie croniche oppure assumono determinati tipi di farmaci; la stessa precauzione va usata con l’iperico o erba di San Giovanni, un’erba che agisce sull’umore, calmando la depressione insorta nelle persone che smettono di fumare, in quanto rende stabili i livelli di dopamina, ma presenta delle controindicazione da non sottovalutare.

Piccole astuzie e curiosità

Ci sono delle piccole astuzie con cui si può provare a superare dei momenti di crisi, durante la giornata. La liquirizia può aiutare quando si sente l’esigenza di accendere una sigaretta, oppure si avverte la mancanza dell’abitudine ad avere la sigaretta tra le dita; il bastoncino di liquirizia può sostituire la sigaretta, avendo una forma molto simile, ma può anche essere masticato, lasciando in bocca un sapore deciso, in grado di distogliere dal desiderio di fumare. Attenzione a non esagerare, però, perché potrebbe favorire l’aumento della pressione sanguigna e la ritenzione idrica. Per distogliere la mente dal desiderio di fumare, sembra che un altro diversivo sia rappresentato dall’abitudine a masticare, molto lentamente, della frutta secca come mandorle, noci o arachidi; oltretutto, regalano a chi le consumano una carica di energia e di benessere, grazie agli oli essenziali e alle proteine vegetali

Una curiosità: ci sono anche degli alimenti che possono diminuire il bisogno di consumare nicotina; quando vengono assunti, questi cibi rendono amaro e sgradevole il retrogusto della sigaretta. Si tratta di latte freddo, agrumi, yogurt magro e ortaggi come zucchine, melanzane o cetrioli; in generale, sembra che la frutta e la verdura possano contribuire a rendere sgradevole il sapore del tabacco, diversamente dalle carni rosse, dai dolci e da caffè e alcolici, che tendono ad esaltarlo.

Agopuntura per smettere di fumare

L’agopuntura è l’antica tecnica della medicina orientale che usa l’infissione di aghi in dei punti specifici del corpo, a scopo curativo; un gran numero di persone che decide di smettere di fumare usufruisce dei benefici dell’agopuntura, per raggiungere questo scopo. I punti in cui l’agopuntura va a stimolare l’organismo, per eliminare il desiderio di fumare, si trovano ai lati del naso, sullo sterno, sui piedi e sui polsi. Molte persone assicurano di aver smesso definitivamente di fumare dopo una sola seduta di venti minuti, mentre altre hanno impiegato un tempo più lungo, per riuscirci; altri ancora non sono riusciti affatto.

Valuta questo post
Diego

Add your Biographical Info and they will appear here.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *