La tattica del silenzio del narcisista

I narcisisti ricorrono al trattamento del silenzio, ignorano cioè un partner per giorni, settimane, e anche di più, spesso senza alcuna spiegazione, come un modo per controllare e demoralizzare la loro vittima.

trattamento silenzioso narcisista

Il trattamento del silenzio è un metodo di controllo passivo-aggressivo che è pura tortura.

I narcisisti sono esperti nell’utilizzare il trattamento del silenzio come una crudele (ma non inusuale) punizione dove la vittima non ha fatto nulla di male. Si tratta di un metodo di controllo passivo-aggressivo che è pura tortura. La prime volte che viene attuata, la vittima si sente come perduta, triste e impotente come il cucciolo nella foto. Non sa che quel particolare trattamento del silenzio è stato il primo di centinaia di venire. Semplicemente non riesce a credere che qualcuno possa fare una cosa del genere a una persona di cui si suppone gli importi.

Un narcisista esegue un trattamento narcisistico silenzioso, in media, circa ogni 3-6 mesi (ma può succedere anche ogni due settimane), a seconda di come si comportano le sue altre fonti di approvvigionamento. Ogni trattamento del silenzio può durare da due a tre giorni fino a sei settimane o a sei mesi prima che egli ritorni ad elemosinare affetto dalla propria vittima, obbligato dalla disperazione che lo ha costretto a cedere. Il trattamento del silenzio è un potente stratagemma narcisistico che dà ottimi risultati.

Non importa perché succede o quando accade, il trattamento del silenzio è sempre pessimo e dannoso. Il fatto che la vittima di un partner narcisistico sappia raramente perché sta ricevendo il trattamento del silenzio comporta solo una tortura mentale. Il trattamento silenzioso del narcisista è particolarmente demoralizzante perché il narcisista sta chiaramente facendo una dichiarazione – non a parole, ovviamente – che il destinatario percepisce come “non merito nemmeno la sua attenzione…non valgo un momento del suo tempo…sono inutile

Quanto dura questo trattamento? È sempre la grande domanda. Può andare avanti per un giorno, una settimana, un mese o anche di più. Tenere all’oscuro di quando finirà (o anche il perché sta accadendo) è una strategia intenzionale progettata per creare il più possibile l’ansia nel ricevente. Più a lungo dura, peggiore diventa l’ansia di separazione e più è probabile che il ricevente inizi a sentirsi depresso, geloso, confuso, isolato, indegno ecc. La vittima diventa il burattino e il narcisista il burattinaio.

Il silenzio ha lo scopo di fare del male e di insegnare una lezione. Ed è sempre un modo per il narcisista di ottenere un po’ di tempo libero per stare con qualcun altro o per dedicarsi ad altre nuove fonti di approvvigionamento.

La maggior parte delle vittime descrivono i giorni e le settimane di silenzio come una tortura agonizzante che lascia soli e disperati, disposti a provare qualsiasi cosa per ottenere una risposta. Questo significa anche scusarsi per il solo scopo di chiedere scusa, anche se si sa di non aver fatto nulla di male. Quando si è nel bel mezzo di esso, il dolore del silenzio è di gran lunga peggiore del dolore di essere uno zerbino. Nel frattempo, il narcisista va avanti per la sua attività fino a quando, per qualsiasi motivo, sente che la sua vittima sia stata punita abbastanza o si accorge che fa qualcosa che non gli piace. Quando questo accade, egli di solito torna senza offrire alcuna spiegazione – o per lo meno senza dare una spiegazione logica – e si aspetta di riprendere da dove aveva lasciato e come se non fosse mai stato via. Così, smantellata e abbattuta, la vittima spesso non richiede neanche spiegazioni e sceglie invece di rimanere in silenzio giustificata dal fatto che la sua ansia è passata. Questa risposta particolare, tra l’altro, è un risultato previsto del trattamento del silenzio in modo che il narcisista possa allontanarsi come vuole. Una sorta di strategia per la gestione narcisistica verso il basso delle aspettative, in modo che la vittima si aspetti sempre meno e che lui possa allontanarsi sempre di più quando gli fa comodo.

Bisogna che un partner comprenda che questo tipo di comportamento – e tanto meno uno per uno sbaglio non commesso – non è normale in qualsiasi circostanza. Quando un narcisista utilizza il trattamento del silenzio, è solo un altro modo di dimostrare che si tratta di rapporto patologico. Nessuno merita di sentirsi indegno di attenzione o immeritevole di amore e di fedeltà. Nessuno.

Imparare a gestire l’ansia e iniziare realmente ad apprezzare il silenzio, utilizzando il tempo saggiamente come uno strumento verso la liberazione mentale di se stessi dal narcisista è il modo migliore per far sì che la propria vita inizi a cambiare e finalmente progredire verso lo stare bene con se stessi e allontanarsi da un rapporto che di sano e amoroso non ha nulla.

La tattica del silenzio del narcisista
4.1 (81.67%) 72 votes

Potrebbe interessarti anche:

Nopsychit

Add your Biographical Info and they will appear here.