Depressione nell’anziano, tutti i perché

La depressione nell’anziano è purtroppo molto frequente, soprattutto se si considerano gli anziani ricoverati nelle case di riposo e nei reparti di lunga degenza. Il numero di soggetti oltre i 65 anni colpiti da questo disturbo oscilla tra l’1 e il 35% e riguarda soprattutto quegli anziani non più indipendenti o ricoverati presso strutture di lunga degenza. Ma cos’è davvero la depressione senile o involutiva, come si manifesta e come vi si può porre rimedio?

Depressione nell’anziano, cosa è

La depressione nell’anziano è un disturbo dell’umore che ha diverse caratteristiche rispetto a quelle della depressione nelle persone adulte. Infatti  la depressione senile ha una forma cronica e solitamente anche la risposta a dei trattamenti farmacologici tarda di più. Questo disturbo, purtroppo, è ancora troppo sottovalutato, sebbene invece sia sempre più frequente.

I sintomi del disturbo sono prevalentemente tristezza, la perdita di interesse nella vita quotidiana, isolamento sociale. Ci sono poi dei disturbi tipici del caso che tendono a mascherare i veri sintomi, come per esempio il lamentare continui dolori e concentrandosi su altre problematiche, come per esempio disturbi gastro-intestinali fino a sfociare nell’ipocondria.

La depressione negli ambienti sanitari

Come abbiamo visto, è molto facile che la depressione senile si manifesti in soggetti che soggiornano in ambienti sanitari. Infatti, il 10-12% di pazienti che sono ricoverati in strutture ospedaliere, soffre di depressione maggiore. Siamo nell’ordine del 12-14% di pazienti che soffrono di depressione nelle case di riposo, mentre nei reparti di lungadegenza questa percentuale arriva a oscillare tra il 17 e il 35%.

Quali sono le cause

depressione-anzianoL’avanzare dell’età è senza dubbio un fattore di rischio con una forte incidenza per lo sviluppo della depressione. Le cause, tuttavia, sono numerose, in genere la genesi primaria non è riconducibile a un’unica causa, bensì esistono diversi fattori di rischio. Per esempio, c’è una maggiore incidenza tra le donne, oppure se vi sono familiari affetti da forme depressive, ma anche la presenza di traumi infantili, la presenza di malattie gravi, lutti, mancanza di supporto sociale, indigenza. Tutti questi sono fattori che incidono notevolmente sullo sviluppo di forme depressive senili.

Possibili rimedi

Per affrontare la depressione senile occorre uno specifico percorso di riabilitazione, sia per quanto riguarda un trattamento farmacologico sia per quanto riguarda un adeguato supporto psicologico. Ci sono diversi centri di riabilitazione dove, oltre al trattamento di riabilitazione post traumatico o per malattie croniche e degenerative si attuano percorsi di recupero dalla depressione. A trento, per esempio, c’è il reginarco, ma su tutto il territorio nazionale si trovano strutture in grado di dare un supporto adeguato e al paziente e al familiare.

Redazione

Add your Biographical Info and they will appear here.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *